Dal Consiglio dei Ministri “via libera” alla firma definitiva del nuovo contratto del comparto istruzione, università e ricerca

Il Consiglio dei Ministri ha dato il “via libera” alla firma definitiva del nuovo contratto, atto necessario perché lo stesso divenga a tutti gli effetti operativo. Si potrà così procedere, una volta firmato il CCNL, all’erogazione dei benefici economici che l’accordo ha definito e che quindi potranno entrare in tempi brevi in busta paga, insieme agli arretrati per le annualità precedenti.  Leggi tutto

Condividi
Close Menu