CONCORSI DOCENTI: CONFRONTO AL MINISTERO

Si è avviato questa mattina ll tavolo di confronto ai sensi dell’art. 22 del CCNL sulle procedure concorsuali ordinarie e straordinarie del personale docente.

 

L’amministrazione ha presentato la bozza del bando che disciplina il concorso straordinario per l’assunzione in ruolo di 24.000 docenti in possesso di tre annualità di servizio nella scuola secondaria statale, la bozza di Decreto del Ministro che regolamenta il concorso ordinario della scuola secondaria, la bozza di bando che avvia le procedure del concorso ordinario di infanzia e primaria con una nuova tabella titoli rispetto a quella del decreto ministeriale 328 dell’aprile scorso.

Il bando del concorso straordinario è stato oggetto di approfondita discussione. Tra le richieste avanzate le più stringenti hanno riguardato :

  • la validità del servizio prestato su sostegno senza titolo ai fini della partecipazione al concorso su posto comune
  • il punteggio da attribuire alla prova scritta che deve essere analogo alla procedura straordinaria del 2018 per infanzia e primaria, cui erano assegnati al massimo 30 punti
  • il punteggio da attribuire ai titoli dando una significativa valorizzazione al servizio. 
  • la banca dei quesiti oggetto della prova scritta

E’ stato inoltre richiesto che sia contestuale, ancorchè distinta, la procedura ai soli fini abilitanti cui hanno accesso non solo i precari con tre annualità nella scuola secondaria statale ma anche i docenti della scuola paritaria, della formazione professionale e i docenti di ruolo di tutti i gradi.

Sulle richieste avanzate l’amministrazione si è riservata un approfondimento e il tavolo è stato aggiornato a domani pomeriggio. Il confronto si concluderà con un verbale dove saranno registrate le posizioni delle parti.

Sulle bozze dei provvedimenti relativi ai concorsi ordinari scuola secondaria e primaria infanzia sono state avanzate le seguenti richieste:

  • di eliminare la prova preselettiva; nel caso non sia eliminata, di rendere nota preventivamente la banca dati dei quesiti
  • di riconoscere nei titoli di servizio anche il servzio su sostegno per la procedura di posto comune e viceversa per quella su sostegno
  • di valorizzare in modo significativo la laurea in scienze della formazione per il concorso della primaria e per quello dell’infanzia.
Condividi
Close Menu